QR-Code e Cassetto Delega Intermediario Fatture elettroniche

02/08/2018

lego-1.jpg


L'Agenzia delle Entrate, con il Provvedimento n. 117689 del  13.6.2018, ha disciplinato le modalità di conferimento della delega, ad uno o più intermediari, per l'utilizzo dei servizi connessi con la fatturazione elettronica ed, in particolare, per la:
 
  • consultazione ed acquisizione delle fatture elettroniche;
  • registrazione dell'indirizzo telematico al quale l'acquirente /committente intende ricevere dal Sistema di interscambio (SdI ) le fatture elettroniche emesse dal cedente / prestatore.
La delega all'utilizzo dei predetti servizi può essere conferita esclusivamente agli intermediari abilitati alla trasmissione telematica delle dichiarazioni.
 
La delega può essere conferita dal cedente / prestatore ovvero dall'acquirente / committente con le seguenti modalità alternative:
  • utilizzo delle funzionalità disponibili nell'area riservata presenti nel servizio Entratel /Fisconline;
  • presentazione cartacea, presso un Ufficio dell'Agenzia delle Entrate, dell'apposito modulo di delega /revoca.

 
Con il conferimento della delega al servizio che cosa potrai fare come intermediario?

Con il conferimento della delega al servizio, l’intermediario potrà:
  • ricercare, consultare e acquisire le fatture elettroniche emesse e ricevute dal soggetto delegante attraverso il Sistema di Interscambio; i file delle fatture elettroniche sono disponibili fino al 31 dicembre dell’anno successivo a quello di ricezione da parte del Sistema di Interscambio;
  • consultare i dati trasmessi con riferimento alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute dal soggetto delegante verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato (operazioni transfrontaliere);
  • consultare le comunicazioni dei prospetti di liquidazione trimestrale dell’IVA del soggetto delegante;
  • consultare i dati IVA delle fatture (anagrafica, rilevante ai fini IVA, di cliente e fornitore; riepiloghi degli importi raggruppati per natura e aliquota IVA applicata; esigibilità dell’imposta) emesse e ricevute dal delegante, compresi quelli trasmessi dai clienti e dai fornitori del delegante nel ruolo di controparte nell’operazione commerciale;
  • consultare gli elementi di riscontro fra quanto comunicato con i prospetti di liquidazione trimestrale dell’IVA e i dati delle fatture emesse e ricevute;
  • esercitare e consultare le opzioni previste dal decreto legislativo n. 127 del 2015, per conto del soggetto delegante;
  • consultare le notifiche e le ricevute del processo di trasmissione/ricezione delle fatture elettroniche, delle comunicazioni dei dati rilevanti ai fini IVA (dati fattura e dati dei corrispettivi), delle comunicazioni dei prospetti di liquidazione periodica dell’IVA;
  • indicare al Sistema di Interscambio “l’indirizzo telematico” preferito per la ricezione dei file contenenti le fatture elettroniche, cioè una PEC o un “codice destinatario”, da parte del delegante.


Come generare quindi il QR-Code?

Una volta censito il contribuente tramite delega e i passaggi che ti ho spiegato puoi facilmente generare il codice a barre bidimensionale (QR-Code) per l’acquisizione automatica delle informazioni anagrafiche IVA del soggetto delegante e del relativo “indirizzo telematico”.

All’interno dello sportello Fatture e corrispettivi trovate immediatamente generato il QR-Code, che andrà rigenerato solo se cambiamo i riferimenti anagrafici.
 
img1-6.png
 

Intermediario e contribuente come devono procedere?

Diversamente da come avviene per il cassetto fiscale inerente alle mere informazioni fiscali, l’abilitazione dell’intermediario per l’accesso al cassetto fiscale FE deve essere attivata dal contribuente stesso accedendo alla propria area riservata con le credenziali Entrate/Fisconline/SPID ed indicando il proprio commercialista quale intermediario abilitato.

In alternativa il contribuente può consegnare il modulo cartaceo, presente sul sito dell’Agenzia Entrate, presso gli Uffici. È altresì possibile che sia l’intermediario stesso a presentare il modulo compilato dal contribuente, dietro procura speciale ai sensi del Decreto-legge del 22/10/2016 n. 193 Articolo 6 bis.

Sistemi Spa ha introdotto nel prodotto Profis dedicato agli studi professionali una procedura snella ed automatizzata per generare massivamente le deleghe ad uso del contribunete ed utili per la richiesta del cassetto dela Fatturazione Elettronica.
 
In particolare, dalla specifica funzione è possibile eseguire le seguenti azioni:
 
  • eseguire una creazione multipla delle deleghe tramite la funzione <Deriva dati (F3)>; la procedura consente infatti, per le ditte presenti sul gruppo in elaborazione di creare in automatico le deleghe:
  • derivando i dati anagrafici del soggetto delegante dall'anagrafica generale
  • compilando gli altri dati richiesti dalla delega in fase di derivazione
  • accedere per la delega su cui si è posizionati, tramite la funzione <Archiviati (D)>, al documento relativo alla delega eventualmente archiviato; la funzione è disponibile solo per gli utenti in possesso del modulo Gestione Documentale
  • produrre la stampa relativa alle deleghe selezionate tramite la funzione <Stampa (F5)>.
 
img2-2.png

Con pochi passaggi ottengo la molteplicità delle deleghe senza perdite di tempo alcuno.
 

Quando adoperarsi?

Ieri! provvedi prima possibile in modo da tornare sereno alla tua postazione di lavoro dopo un merittato riposo!!

Cristina Ghizzi

Sistema Studio
Mamma di due meravigliose ragazze, insegno loro ogni giorno che la fatica non è mai sprecata. La mia filosofia, infatti, si può riassumere così: “Soffri ma sogni”. Vicina alle problematiche organizzative e amministrative degli Studi Professionali da più di vent’anni, trovo soluzioni in ambito di Information Technology e Communication, occupandomi anche di rapporti con i clienti.
 
Grazie agli studi umanistici, perfezionati con un corso di Laurea in Filosofia, preferisco lavorare in team purché il faro guida sia sempre il motto: “Metodo ed Organizzazione”. Sono presidente di un'associazione sportiva dilettantistica di Tennis: mi piace questo sport perché per praticarlo non bastano forza fisica e precisione, ma è determinante il fattore mentale.